Privacy: il Garante interviene sulla sentenza CEDU sui sistemi di video sorveglianza sul lavoro

Privacy: il Garante interviene sulla sentenza CEDU sui sistemi di video sorveglianza sul lavoro Sulla pronuncia della Gran Camera della Corte EDU, che verrà analizzata nel testo, è intervenuto il Presidente del Garante Privacy Antonello Soro che in data 17 ottobre 2019, ha commentato che “la video sorveglianza occulta è … ammessa solo in quanto extrema ratio, a fronte di “gravi illeciti” e con modalità spazio-temporali tali da limitare al massimo l’incidenza del controllo sul lavoratore. Non può dunque diventare una prassi ordinaria. Il requisito essenziale perché i controlli sul lavoro, anche quelli difensivi, siano legittimi resta dunque, per la Corte, la loro rigorosa proporzionalità e non eccedenza: capisaldi della disciplina di protezione dati la cui “funzione sociale” si conferma, anche sotto questo profilo, sempre più centrale perché capace di coniugare dignità e iniziativa economica, libertà e tecnica, garanzie e… Leggi tutto »Privacy: il Garante interviene sulla sentenza CEDU sui sistemi di video sorveglianza sul lavoro

Legittimo l’accertamento in base al vecchio redditometro

Legittimo l’accertamento in base al vecchio redditometro In tema di accertamento dei redditi con metodo sintetico ex art. 38 del d.P.R. n. 600 del 1973, la disponibilità di determinati beni (quali beni immobili e autoveicolo) integra, ai sensi dell’art. 2 del d.P.R. citato, nella versione “ratione temporis” vigente, una presunzione di capacità contributiva “legale” ai sensi dell’art. 2728 c.c., imponendo la stessa legge di ritenere conseguente al fatto (certo) di tale disponibilità l’esistenza di una “capacità contributiva”, sicché, secondo l’ordinanza n. 26672/2019 della Cassazione civile, il giudice tributario, una volta accertata l’effettività fattuale degli specifici “elementi indicatori di capacità contributiva” esposti dall’Ufficio, non ha il potere di privarli del valore presuntivo connesso dal legislatore alla loro disponibilità, ma può soltanto valutare la prova che il contribuente offra in ordine alla provenienza non reddituale (e, quindi, non imponibile perché già sottoposta… Leggi tutto »Legittimo l’accertamento in base al vecchio redditometro

Va assolto l’imprenditore che omette il versamento dell’IVA per pagare i dipendenti

Va assolto l’imprenditore che omette il versamento dell’iva per pagare i dipendenti Va esclusa la sussistenza del dolo generico, richiesto per la configurabilità del delitto di omesso versamento dell’iva previsto dall’art. 10 ter del D.Lgs. n. 74 del 2000, laddove l’imputato provveda al pagamento di dipendenti e fornitori in una prospettiva di continuità aziendale, nella convinzione, cioè, che tale scelta consenta di proseguire l’attività d’impresa attraverso il conseguimento di ricavi e di utili, venendo meno, così, la rappresentazione da parte dell’imputato della mancanza delle risorse necessarie per assolvere all’obbligazione tributaria. di Luisa Taldone – Avvocato cassazionista in Roma – Dottore di ricerca in Categorie Giuridiche e Tecnologia presso l’Università Europea di Roma Orientamenti giurisprudenziali: Conformi: Cass. pen. sez. III, 21 marzo 2019, n. 23796 Cass. pen. sez. III, 22 gennaio 2014, n. 12248 Cass. pen. sez. III, 24 giugno 2014,… Leggi tutto »Va assolto l’imprenditore che omette il versamento dell’IVA per pagare i dipendenti

Decreto fiscale, ecco le novità antievasione e quando entreranno in vigore. Da luglio le sanzioni per chi non accetta il bancomat

Decreto fiscale, ecco le novità antievasione e quando entreranno in vigore. Da luglio le sanzioni per chi non accetta il bancomat Molti provvedimenti attuativi da approvare e molti rinvii al prossimo anno. Il decreto fiscale, pubblicato sabato in Gazzetta ufficiale, è in vigore già da oggi. Ma la maggior parte delle norme di contrasto all’evasione inserite nel provvedimento avrà bisogno di tempo per essere effettivamente operativa. A scattare subito, su questo fronte, sono di fatto solo la stretta sugli operatori del gioco legale non in regola con le tasse e quella sulle partita Iva chiuse, i cui ex titolari non potranno più avvalersi della compensazione dei crediti fiscali. Le misure di contrasto alle frodi in materia di accisa, nel settore degli idrocarburi e nell’acquisto di veicoli usati richiedono invece decreti attuativi. Così come le novità per prevenire le frodi in… Leggi tutto »Decreto fiscale, ecco le novità antievasione e quando entreranno in vigore. Da luglio le sanzioni per chi non accetta il bancomat

Evasione fiscale, ecco le nuove soglie di punibilità e l’aumento delle pene. Si applicano dalle dichiarazioni dei redditi 2020

Evasione fiscale, ecco le nuove soglie di punibilità e l’aumento delle pene. Si applicano dalle dichiarazioni dei redditi 2020 Le nuove norme che prevedono il carcere per chi evade più di 100mila euro non riguarderanno solo la dichiarazione infedele. Le modifiche inserite nel decreto Fisco riguardano infatti le soglie e le previsioni di pena per tutte le fattispecie di reati fiscali. La stretta ricalca in gran parte quella prevista lo scorso anno da un emendamento della deputata Francesca Businarolo al ddl anticorruzione, poi stralciato. In più ci sono altre due novità: l’estensione ai reati tributari gravi della confisca per sproporzione al condannato non in grado di dimostrare la provenienza legittima di denaro o beni e la responsabilità amministrativa dell’impresa in base alla legge 231 anche per i reati tributari. In questo modo la confisca potrà colpire anche la società a… Leggi tutto »Evasione fiscale, ecco le nuove soglie di punibilità e l’aumento delle pene. Si applicano dalle dichiarazioni dei redditi 2020

Fiducia, a novembre crolla quella delle famiglie: è al livello più basso dal 2017. Lieve aumento per quella delle imprese

Fiducia, a novembre crolla quella delle famiglie: è al livello più basso dal 2017. Lieve aumento per quella delle imprese La fiducia delle famiglie italiane precipita proprio a ridosso delle feste natalizie. L’Istat ha rilevato a novembre un calo dell’indice del clima di fiducia dei consumatori, da 111,5 di ottobre a 108,5 punti. Si tratta del livello più basso dal 2017, che potrebbe essere stato condizionato dal dibattito sulla manovra con le polemiche sugli aumenti di tasse. Va un po’ meglio, invece, lato aziende, con l’indice composito del clima di fiducia delle imprese che registra un lieve aumento, da 98,9 a 99,1. I consumatori sono in allarme. L’Unione Nazionale Consumatori parla di “dati choc” mentre “il crollo della fiducia dei consumatori è un pessimo segnale in vista del Natale”, afferma il Codacons, che teme effetti negativi sui consumi”. Dall’altra parte,… Leggi tutto »Fiducia, a novembre crolla quella delle famiglie: è al livello più basso dal 2017. Lieve aumento per quella delle imprese

Rapporto UNODC delle Nazioni Unite: Notariato istituzione cardine per la lotta a corruzione e riciclaggio

Rapporto UNODC delle Nazioni Unite: Notariato istituzione cardine per la lotta a corruzione e riciclaggio E’ stato pubblicato ieri sul sito UNODC delle Nazioni Unite l’ultimo rapporto relativo all’aderenza dell’ordinamento nazionale italiano a quanto stabilito dalla Convenzione contro la corruzione per il quinquennio 2016 – 2021, da cui emerge che l’Italia soddisfa pienamente i requisiti previsti in materia di anticorruzione e antiriciclaggio. I notai ed il Consiglio Nazionale del Notariato sono espressamente menzionati quale presidio di legalità nelle transazioni giuridiche e nel controllo antiriciclaggio: nello specifico, è stato manifestato particolare apprezzamento per la funzione preventiva e di controllo esercitata dai notai, per l’attività di segnalazione delle operazioni sospette e per l’efficacia delle linee guida per il contrasto al fenomeno di cui la categoria si è dotata. Per la prima volta, infatti, il Notariato è stato ufficialmente inserito tra le istituzioni cardine per la lotta alla corruzione… Leggi tutto »Rapporto UNODC delle Nazioni Unite: Notariato istituzione cardine per la lotta a corruzione e riciclaggio